Certificati di… deficienza

In molti in questi giorni mi stanno scrivendo riguardo ai famosi certificati d’Eccellenza che rilascia Tripadvisor. E’ bene esporlo, oppure no? Fa bene all’attività o la danneggia? E’ chiaro che quando il gufaccio si muove lo fa per una ragione ben precisa: farsi pubblicità a tutti i costi (e che costi!!!). Quindi sotto questo punto di vista c’è solo da imparare. Ti arriva a casa (ovviamente senza che tu lo abbia mai richiesto e senza che nemmeno tu ne conoscessi l’esistenza) un bel regalo. Davvero! Un regalo in piena regola che attesta che hai vinto il certificato di Eccellenza. Mmhhh, bene, dici tu. Vediamo di che eccellenza si tratta. Cavolo, il mio alberghetto sgangherato ha vinto il certificato di eccellenza senza che lo sapessi. Eccellenza….. ma ho solo 4 cerchietti su 5! E che razza di eccellenza è? Soprattutto se penso che la metà delle recensioni me le sono scritte io, come si fa a dire eccellenza? Però è bello; certoncino di quello serio, scritte nitide, espositore… toh, guarda, addirittura due fantastici adesivi!!!! Sono troppo avanti questi di tripadvisor. Allora sai che quasi quasi ci credo anche io a questa cosa delle recensioni. Mettiamolo subito in bella vista nel mio alberghetto sgangherato e vediamo che succede.

Ok, a questo punto succede che ricevo il triplo delle recensioni di prima. Che siano negative, positive, vere o false… Quel gufo infame ha fatto centro un’altra volta. Peccato però che ci siano una valanga di strutture eccellenti che alla fine hanno livellato ogni cosa. Adesso la distinzione è tra chi ha 4 cerchietti e chi ne ha 5. Sotto non esiste più niente. Tutto spazzato via. pazienza, tanto con la situazione attuale e le aziende che crescono a vista d’occhio, chi se ne frega! Maledetti!

Tuttavia, potendo dire la mia, questa azione è stata un’ottima trovata e funziona davvero. Funziona perchè fa una grande pubblicità e la maggior parte dei siti espongono il certificato di eccellenza, quindi il marchio, seppur odiato nel profondo, viene utilizzato. Quindi va proprio utilizzato come uno strumento di pubblicità per la propria attività: incentivando poi le recensioni di amici, parenti, ex fidanzate, clienti che si prestano al giochetto in cambio di una buona bottiglia di vino, il gioco è fatto. Ottieni un sacco di pubblicità, un riconoscimento, le recensioni aumentano ed è tutto gratis. Gratis per noi, sicuro. E Tripadvisor invece spende qualcosa come 200’000 euri al giorno (no, dico al giorno!) solo in pubblicità.

Per cui, almeno per questa volta, grazie gufaccio malefico! Grazie per il certificato di deficienza che ti attestiamo noi!