Prenotazioni dirette o portale di prenotazione?

Eccoci al dunque.

E’ ovvio che tutti vorrebbero solo prenotazioni dirette, risparmiando quel 20% di media che regaliamo ai portali come booking.com, expedia, ora anche tripadvisor (che poi il profilo aziendale è una ladrata clamorosa, per questo l’hanno spinto così tanto). Un 20% che a fine anno farebbe proprio comodo. Allora, come fare?

Ci vorrebbe un software di prenotazioni bello, fico, potente come quello di booking.com. Sì, ma chi ce li ha tutti questi soldi? Booking.com senza dubbio è ad oggi al primo posto in assoluto per le prenotazioni. E in fondo anche come recensioni non sta male. A parte il fatto che anche mio figlio di 3 anni è capace di scrivere una recensione falsa su booking.com. Sì, perchè a differenza di Tripadvisor, ogni giudizio su booking corrisponde a diversi soldini di commissione sulla prenotazione andata a buon fine. E’ vero che uno prima di scrivere i giudizi sulla propria struttura dimezza i prezzi per 10 minuti, prenota 5 camere con 5 account diversi, rialza subito i prezzi prima che qualcuno le prenoti davvero e poi rilascia di schianto 5 giudizi a 10. Ma a parte questo giochetto che è vecchio come il cucco, booking si prende il 15%, Expedia il 20%, HRS il 15%. Poi finisci in mano a qualche tour operator e ti sparisce il 35% minimo. Se poi entri nei gruppi di acquisto sei bello che fritto con il 50% di base per essere pubblicizzato.

Quindi, come fare? Occorre innanzitutto un buon gestionale e un ottimo booking Engine. Appena mi danno l’ok vi faccio sapere di quale si tratta. Grafica accattivante tipo booking, semplice, intuitivo, user friendly. Dopo di che le tariffe del nostro sito saranno sempre più basse di quelle che si trovano su booking e gli altri portali. Ma questo spesso non basta. Molti clienti preferiscono prenotare su booking.com nonostante spendano di più ed abbiano meno servizi. Si direbbe roba da matti, ma è la realtà. Per le mie strutture ad esempio per chi prenota direttamente dal mio sito, accordiamo l’upgrade gratuito, wifi gratuito, welcome drink gratuito, bottiglia di vino in omaggio, tariffa più bassa e altri servizi particolari che non si posso prenotare sul portale ma esclusivamente dal sito ufficiale della struttura. Tutto questo a me costa circa € 2,93 a prenotazione. Il 15% a booking.com corrisponde almeno a € 15.00 a prenotazione, fino a circa € 78,00. Fate voi i conti.

Inoltre ho il contatto diretto col cliente, lo fidelizzo, gli do un servizio migliore al prezzo migliore. Lui è contento e risparmia ed io sono contento perché risparmio più di lui e lo metto in quel posto al portale.

Ma come si fa a ricevere prenotazioni dal proprio sito invece che dai portali?

Nel prossimo articolo vi dico come faccio io passo, passo. Riuscendo a far salire la perfentuale di cancellazioni delle prenotazioni dai portali dal 16% al 48%. Portando la conversione tra visite e prenotazioni del mio sito fino a 19% al mese e risparmiando qualcosa come € 1800.00 / € 2700.00 al mese solo di commissioni.

Buon lavoro a tutti e a presto.

Guest Advisor

3 pensieri su “Prenotazioni dirette o portale di prenotazione?

  1. Siamo in attesa del prossimo articolo….. ma da giugno ad oggi ne passa… non e` un po` troppa l` attesa ? una stagione pesa molto se i giudizi improrpri si accavallano e io contavo molto su questa iniziativa..

    • Di nuovo ciao.
      Prima di tutto non scrivere mai utilizzando la mail del tuo albergo. Ti sgamano subito!
      Riguardo all’articolo ho risposto a circa 27 richieste di approfondimenti in riferimento a quell’articolo. Ma non credo di aver mai letto una tua richiesta. Per cui se tu non richiedi non ti posso rispondere. Dal momento che si tratta di qualcosa di veramente utile e che può essere adottato da strutture di qualità, non ho ancora potuto descrivere in maniera dettagliata di cosa si tratta. Ho invece risposto con tutti i dettagli della faccenda a chi si è dimostrato interessato e ha richiesto ulteriori spiegazioni.
      Se il tuo hotel è quello da cui scrivi, proporrò la tua struttura al portale in modo da sapere se è possibile una collaborazione o meno. Magari sì, ma di sicuro un ritocchino al tuo sito glielo darei e poi impianterei il nuovo gestionale, altrimenti sono due cose che stridono.

      Intanto comunque propongo la tua struttura per il gestionale e ti garantisco che quest’anno, ed è solo il primo anno, ha dato i suoi frutti: oltre € 40.000 di prenotazioni dirette e rubate da booking.com. Un’interfaccia che fa paura e sembra davvero di prenotare con booking.com. E a commissioni irrisorie (tipo il 2.5%).
      In tutti i casi, dopo che ti avrò proposto, potrai contattare direttamente il portale del booking engine e fare tutto da solo, ma dovrai comunicare un codice che ti darò io, per far vedere che il tuo albergo è stato testato e valutato da Guest Advisor.

      Ok? Attendo tue news e ti auguro un buon fine stagione.

      Guest Advisor

  2. Pingback: Booking engine e Channel Manager – part. II | GUEST ADVISOR

I commenti sono chiusi.